Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Primo periodo delle Apparizioni pubbliche.

E' dal 5 Agosto 2009 che a Brindisi, città della Puglia, si manifesta pubblicamente la Vergine Maria ad un giovane di nome Mario, il quale, da quel giorno, viene chiamato a vivere una particolare esperienza mistica, definita tale da teologi e osservatori dell'evento. Egli vive in un umile famiglia del luogo, una famiglia di operai di umili origini. E’ nato il 4 Febbraio del 1984; pochi mesi dopo riceverà il Battesimo e, in seguito, i Santissimi Sacramenti della Comunione e della Cresima. La sua infanzia è stata caratterizzata dal calore del focolare domestico, grazie all'intesa reciproca ed alla comprensione presenti nella sua famiglia. La sua adolescenza è stata come quella di tutti gli altri suoi coetanei: scuola, amicizie, Parrocchia. L'amore per la preghiera è la prima caratteristica che si denota in lui, insieme all'umiltà ed alla mitezza d'animo, che solo un'anima pura e abitata dallo Spirito Santo può avere. Non è cresciuto in un ambiente d'élite. Dopo aver conseguito il Diploma dell’Istituto Alberghiero si è subito prodigato in lavori come aiutante cuoco e come agricoltore nella campagna appartenente alla sua famiglia. La sua profonda fede lo spinse poi ad entrare in Seminario, dal quale uscì volontariamente, dopo alcuni fatti incresciosi, che il giovane evita di raccontare, per evitare nuovi scandali nella Chiesa (fatto usato successivamente, per screditare l'Opera). In realtà Dio aveva un progetto su di lui, che Mario comprenderà con l'Apparizione! Cosa ha cambiato la sua vita? Cosa vive davvero Mario D'Ignazio, il giovane di cui si parla come di un veggente? Cosa l'ha spinto a dedicare tutto il suo tempo alla preghiera e all'apostolato? Tutto ha avuto inizio il 5 Agosto 2009 quando la Santissima Trinità ha illuminato il suo sentiero inviando la Beata Madre che gli apparve per la prima volta vicino ad un ulivo presente nella proprietà dei suoi genitori in Contrada Santa Teresa nella città di Brindisi. Quel giorno si è manifestata dapprima una grande esplosione luminosa preannunciante la visita gloriosa e straordinaria della Santissima Vergine, che, poco dopo, si è manifestata con una indescrivibile bellezza a Mario, il quale, parlerà della sua Giovane Signora nei minimi particolari con una semplicità disarmante. Chi sa quali emozioni si saranno manifestate in questo giovane dalla grande fede. La Madre di Dio lo ha invitato da quel giorno a pregare il Santo Rosario tutti i Venerdì, all'aperto, in campagna ai piedi dell'ulivo che Lei stessa dichiara sacro per la Sua presenza del tutto speciale. Dove Ella appare tutto viene santificato, in virtù della Sua Immacolata Concezione. Il messaggio della prima Apparizione ha racchiuso in sé tutti i compiti del confidente del Cielo e ciò che egli avrebbe dovuto adempiere nella sua missione, nonostante le spietate persecuzioni dei falsi cristiani e dei falsi ministri, strumenti della Bestia. Nella prima Apparizione la Santa Vergine lo ha rassicurato, invitandolo a non temere, esortazione che ci ricorda una frase biblica ricorrente molte volte nelle Sacre Scritture, ad esempio nell'Annunciazione a Maria, a Giuseppe, ad Abramo. Nel primo Suo messaggio la Madonna gli disse:Figliolo, il mondo si allontana giorno dopo giorno dalle vie del Signore, per seguire le orme del Maligno. Fai penitenza e prega per la conversione dei peccatori, per riparare le gravi bestemmie, per la pace nel mondo tanto oscurato. Prega e fai pregare molto, in modo particolare il Mio Amato Rosario”. Ed é così che Mario si è messo da subito al servizio della Madonna, pregando e facendo pregare la gente, che, lungo il corso degli straordinari eventi, aumenterà a dismisura per assistere alle estasi del giovane confidente di Maria Santissima ed per ascoltare i messaggi della Vergine di Nazareth, giungendo da ogni dove nei giorni delle Apparizioni pubbliche. Durante i primi dieci mesi delle Apparizioni Nostra Signora ha scelto il venerdì come giorno della Sua Visitazione, lasciando un messaggio che Mario scriveva dinanzi a tutti per poi leggerlo ai presenti, che, con devozione, grande raccoglimento e silenzio, ha ascoltato e accolto ciò che Ella ha rivelato e rivela: veri insegnamenti luminosi, intrisi di amore e sapienza, quella sapienza che solo la Madre Divina possiede, essendo stata prima Discepola del Figlio. Il venerdì è il giorno in cui il Signore diede se stesso, in riscatto delle nostre anime per redimerci e la Vergine, è apparsa tutti i venerdì dei primi dieci mesi per ricordarci la Croce di Cristo e il Suo sacrificio salvifico, che si rinnova su tutti gli altari del mondo nella Divisissima Eucarestia. Il richiamo al Venerdì Santo è evidente e, di conseguenza, anche quello al digiuno in tutti Venerdì come preziosa penitenza riparatrice da offrire all'Altissimo: è stata una richiesta della Vergine Maria. Il numero dieci (I primi dieci mesi delle Apparizioni avvenute sempre di venerdì) ricorda i Dieci Comandamenti oggi quasi dimenticati a causa della scristianizzazione in corso e la caduta tangibile dei valori ad opera della secolarizzazione, del sincretismo, del materialismo imperante. Nei primi mesi Mario ha vissuto tutto ciò nel più assoluto silenzio e nel nascondimento, facendo partecipe di ciò la sua famiglia, i conoscenti più intimi ed alcuni sacerdoti fino a quando il passa parola non condurrà in quell'Angolo Santo migliaia e migliaia di fedeli per assistere ai celesti incontri del giovane veggente con Nostra Signora della Riconciliazione. La gente ha creduto ed ha accolto docilmente gli Appelli della Corredentrice, traendone grandi benefici per la propria esistenza. Dopo il primo periodo delle Apparizioni, la Madre di Dio è appasa pubblicamente soltanto il 5 d'ogni mese, sospendendo così le Apparizioni del venerdì e ciò per Sua stessa volontà, lasciando, in seguito, un messaggio pubblico mensile. Dal messaggio di venerdì 11 Giugno 2010 abbiamo compreso la motivazione di tale scelta, fatta dalla Candida Regina dei Cieli:Figli Miei, dal mese che verrà, non verrò più tutti i venerdì ma soltanto il cinque d'ogni mese. Vi domanderete perché il cinque… Ebbene, figli Miei, il cinque vi ricorda la Mia prima Apparizione a "Santa Teresa", la Mia Contrada benedetta e santa. Il cinque vi ricorda le Cinque Piaghe di Cristo Gesù, il cinque vi ricorda i primi cinque Sabati del mese e i cinque Misteri che compongo il Mio Rosario. Figli Miei, che il cinque sia un giorno speciale di preghiera e di riparazione”.

 

Secondo periodo delle Apparizioni pubbliche

Il secondo periodo delle Apparizioni pubbliche ha inizio il 5 Luglio 2010, quando la Madonna ha cominciato ad apparire mensilmente ogni giorno 5 del mese. Da allora la Santa Vergine esorta l'umanità al pentimento e alla Vera Vita in Dio, l'Unica Sorgente di felicità, pace, gioia. La Beata Madre invita alla preghiera continua e all'Adorazione Eucaristica mediante prolungate adorazioni personali e comunitarie, riparando il Santissimo Sacramento per le offese e le profanazioni ricevute, facendo così da “barriera” alla grande piega dell'irriverenza verso l'Eucarestia. La Madonna dice che, al Giardino Benedetto, Suo Santuario, il Suo Cuore Materno trova consolazione e che il Giardino delle Visitazioni sarà la Sua Gloriosa Dimora in Terra, ascoltando lì il grido d'aiuto dei Suoi figli che con fede giungeranno alla Sua presenza, riscoprendo il gusto della preghiera, della penitenza, dell'abbandono filiale al Padre Celeste. 
E’ evidente che le Apparizioni di Brindisi costituiscono una continuazione del Messaggio di Fatima, dato che anche in questo luogo la Madonna richiama continuamente alla riparazione e alla espiazione per i peccati del mondo ed inoltre chiede la consacrazione al Suo Cuore Immacolato.
Quando tutto cadrà, “Santa Teresa” resterà in piedi..., disse la Madonna il 5 Gennaio 2011. Oltre alle Apparizioni pubbliche del 5 del mese, Mario riceve delle Visitazioni della Vergine Immacolata, di Gesù, degli Angeli e degli Arcangeli e di alcuni Santi, in modo particolare ha in Santa Giovanna D'Arco l'esempio da seguire nella sua straordinaria esperienza mistica, insieme all'Arcangelo San Michele, Protettore dell'Opera della Vergine della Riconciliazione e del luogo delle Apparizioni. Non di rado San Giuseppe si manifesta, invitandoci ad invocare il Suo Sacro Manto e il Suo Castissimo Cuore. La vita di questo giovane dal cuore generoso è intrisa di intensa preghiera e riparazione continua per i giovani, di offerta di sé, per la guarigione delle famiglie malate, per la santificazione dei sacerdoti per i quali prega incessantemente. La sua è una vita semplice e modesta, segnata dalla Croce del Signore poiché lui stesso partecipa dolorosamente alla Passione di Cristo (alla quale molte persone assistono nei giorni delle Apparizioni pubbliche e durante la Quaresima) e a motivo delle rivelazioni ricevute nel corso del tempo. Egli si offre infatti - quale vittima d'espiazione - per placare la Divina Giustizia. Dal 5 Agosto 2009 egli ha dedicato interamente la sua vita alla testimonianza dei messaggi divini e all'apostolato continuo e instancabile per il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria e della Santissima Eucarestia, esortando le anime alla riverenza verso tale Sacramento d'Amore e alla preghiera del Santo Rosario e diffondendo l'Immagine benedetta della Vergine della Riconciliazione che consola coloro che, dinnanzi ad essa, La pregano, L’invocano, esponendola nella propria casa come segno di appartenenza. Grazie alla famiglia, che appoggia, aiuta e sostiene gioiosamente la missione di Mario, il Giardino è divenuto la casa di tutti coloro che desiderano recarsi con spirito riverente. La famiglia D'Ignazio, infatti, nella sua grande generosità e carità fraterna, ha compreso che tale grande grazia è per tutti. Consacrandosi alla Madre del Redentore in totale sottomissione al Suo volere, essa si è resa disponibile ad aprire le porte della propria casa alla gente semplice, certa di rendere omaggio e onore alla Santa Madre di Dio, l'Arca della Salvezza Eterna. Semplicità e modestia caratterizzano il luogo, che, come la Madonna dice, sarà una sorgente di grazia per le anime che La amano e desiderano seguirLa incondizionatamente, ascoltando la Sua voce materna e praticando i Suoi insegnamenti luminosi finalizzati alla riscoperta della santa fede. La Madonna ha scelto tale famiglia per diffondere il Messaggio: essa è d'esempio cristiano-evangelico su come è possibile amare Dio e servire i fratelli nella condivisione. L'esempio di Mario, il suo silenzio orante e la sua pazienza costante sono un monito per tutti, affinché non ci si scoraggi dinnanzi alle difficoltà d'ogni giorno, ma si divenga comprensivi e misericordiosi, secondo gli insegnamenti dei messaggi, nella certezza che la mano di Dio ci custodisce potentemente. Un giorno tutti loderemo Iddio per il suo instancabile operare per la gloria di Cristo e la salvezza delle anime che non conoscevano la fede in Dio Trinità. Come ebbe a dire un giorno la Madonna:un cuore giovane sfonda il male”. La Vergine dice che Mario, mediante la sua testimonianza di vittima d'amore e di espiazione, condurrà ai Santissimi Cuori Uniti e Trionfanti di Gesù e Maria schiere d'anime, introducendole in Essi attraverso l'orazione e l'invito ad una vita cristiana, strappandole alle tenebre e alle illusioni dei banchetti del mondo. Diversi sono i sacerdoti e religiosi che credono all'Apparizione e che riscontrano un ritorno ai sacramenti, grazie ai messaggi della Vergine a Mario. Il Giardino Benedetto richiama ogni mese numerosi pellegrini, che vengono qui, nel cuore della Puglia, a cercare una risposta ai loro problemi esistenziali, a chiedere grazie alla Madre Divina che tutto sa e comprende e con la quale ci si può rapportare come soltanto con una madre è possibile fare, nel più assoluto silenzio, in un clima di grande fervore e raccoglimento, che favorisce il soave incontro col Signore. È il Mistero di Contrada Santa Teresa, un Mistero che nasce da queste bellissime Apparizioni della Santissima Vergine ad un giovane, a cui la Madonna affida la missione di accogliere la gente, facendo conoscere la Sua bontà materna. Da questa autentica esperienza mistica le anime non potranno che ricevere vantaggi spirituali e di questi tempi tutto ciò è davvero provvidenziale. Dio ne sia lodato eternamente!

 

logo-189x52-1

Go to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.