Italian English French German Portuguese Russian Spanish

La Croce della Redenzione, interamente in legno, viene elevata la prima domenica di Maggio 2011, all'ingresso del luogo delle Apparizioni e in maniera gloriosa, è visibile a tutti anche dall'esterno del Santuario. Il 22 Aprile 2011, Venerdì Santo, durante la passione del Piccolo della Quercia, Gesù annunciò l'elevazione di tale Croce:  “Figlio Mio, in ricordo della Mia Passione, farai innalzare una Croce nel punto esatto che Io ti indicherò”.

Il 25 Aprile 2011, Nostro Signore, apparendo di fronte l'ingresso del luogo delle Apparizioni, mostrò il punto esatto in cui si eleverà la Croce, promettendo grandi grazie a coloro che sotto di essa si inginocchieranno e invocheranno il Suo Divin Sangue e le Sue Sante Piaghe. Sotto la Croce dell'Agnello Glorioso si invoca la Misericordia di Dio sulle Nazioni, affinché in esse regni la pace e l'unità, scongiurando ogni guerra e calamità. E' la Croce l'antidoto al veleno del Malefico e ci ricorda il Mistero della Redenzione, operato nella pienezza dei tempi da Gesù, Vero Figlio di Dio. Vicino alla Croce della Redenzione si medita la Parola di Dio nel raccoglimento e spesso i fedeli pregano i Misteri Dolorosi del Rosario e la Corona delle Sante Piaghe, rinnovando la loro consacrazione al Sacro Cuore, con la preghiera particolare data dalla Vergine a Mario. La Croce della Redenzione è semplice e spoglia. Accanto ad essa i primi di Ottobre 2012, viene posta una grande statua del Sacro Cuore di Gesù, donata da alcuni pellegrini in devozione al Signore Gesù, apparso in quest' angolo del Giardino Benedetto; e vicino ad essa una piccola quercia la Domenica delle Palme 2016.

Dal messaggio del 25 Aprile 2011:
Gesù: 
“Io sono il Verbo di Dio, l'Unigenito del Padre. Figlio Mio, Venerdì Santo ti dissi che in ricordo della Mia Passione avresti fatto innalzare su preciso Mio ordine una Croce. Oggi ti chiedo di far elevare una Croce, qui, nel punto esatto in cui Mi vedi. Essa è il Segno del Mio Trionfo e della Mia Vittoria. Coloro i quali pregheranno con fede sotto questa Croce, che riceverà la Mia santa benedizione di Re e Salvatore, riceveranno la pace nelle loro anime e saranno avvolti dalla Mia Misericordia. Sotto la Croce si pregherà in ginocchio, invocando la clemenza del Padre Mio, sulle Nazioni traviate.
Questa sarà la Croce della Redenzione e, per mezzo di questa Croce, le anime riceveranno grazie a non finire, poiché la Mia santa presenza è continua sotto la Croce che qui innalzerai. Ti benedico nel Mio Nome Divino e Santo”.

Nel messaggio di Martedì 14 Settembre 2010 (Esaltazione della Santa Croce) Gesù disse:    
“Croce Albero di Vita, Croce Segno di Vittoria, Croce Segno di Vita! In questo tempo l'esercito del male agisce nascostamente creando divisioni e fratture nel Mio Tempio ma non prevarrà, perché lo Spirito la custodisce, anima, nutre. Io, il Santo Giudice del mondo, guardo... Porrò il Mio Segno sulla fronte degli eletti e farò sì che il loro cuore sia colmo di fede e sia sempre in Me Verità Eterna. Il Male vi perseguita e, studiandovi, mira a colpirvi nei punti deboli, perciò divenite forti nel Mio Nome, portando alto lo Stendardo della Croce d'Amore. Vi ho donato Me stesso, immolandoMi sulla Croce, ma voi non avete compreso ed errate cosi immersi nelle tenebre del mondo“.

La Croce è al centro dei messaggi dell'Apparizione:

Figli sofferenti nel corpo e nell'anima, figli coronati da pungenti spine e trapassati dai lunghi chiodi del dolore atroce: appassionatevi per Gesù Crocifisso, l'Uomo dei dolori. Siate a Dio grati per il dono della Croce nella vostra vita, perché la Croce vi santifica, vi avvicina a Dio, essa è condivisione della Divina Passione di Cristo. Voi portate nel cuore le piaghe della santa crocifissione di Gesù, ma un giorno esse diverranno gloriose“ (9 Settembre 2009).

Figli Miei, Io prendo su di Me ogni croce, per condividere i vostri dolori e per poi offrirvi la Luce della Resurrezione” (14 Ottobre 2009).

Figli amati, convertitevi e seguite l'Agnello Gesù, accettando la santa sofferenza come dono” (27 Ottobre 2009).

Non avere paura. Parla per amore della Verità. Io te lo domando a vantaggio del bene delle anime, assetate della Mia Sapienza. Attento, figlio Mio, perché alcune anime che si avvicineranno non sono sincere con te e nemmeno umili. Amano il compromesso e ciò a Me non piace. Dovrai soffrire per loro ma non dovrai ascoltarli. Queste anime non hanno capito quale è la strada da percorrere: quella della Santa Croce” (Nostro Signore il 25 Novembre 2009).

Molti non hanno capito Mio Figlio e con crudeltà l'hanno appeso ad un Legno, il Legno della Croce. La Croce, allora, divenne il Segno della Salvezza. 
Per i Suoi dolori vi fu concessa salvezza e la pace, e la Porta si aprì per coloro i quali credono nel Suo Nome di Re. Abbiate in mente, ma specialmente nel cuore, l'Immagine di Gesù Crocifisso, perché è Lui la Salvezza dell'umanità. Cari figli, è grande il Suo Sacrificio”
 (15 Gennaio 2010).

Guarda la Croce, figliolo". (Mario: Apparve una Croce di legno, alla destra di Gesù. Era avvolta da aloni luminosi).
“E' dalla Croce, Albero di Vita Sempiterna, che il tuo Dio e Signore ti ha redento. Redenzione: sublime Progetto di Dio Amore! Medita sulla Croce! Medita sul Mio supplizio e non badare più alla durezza di molti, ma presentali a Me, affinché li guarisca“ (Nostro Signore il 16 Febbraio 2010).

Guardate al Cielo che vi attende e non sentirete più il peso della Croce: esso diverrà leggero. Non allontanatevi dal Mio Giardino, perché qui Io opero, anche quando alcuni figli, dal volto umano ma dal cuore di bestia, credono che non operi” (18 Giugno 2010).

Figli Miei, grazie a piccole anime cariche d'amore e di misericordia i flagelli si fermano e la Coppa della Divina Giustizia viene così sostituita dalla Coppa della Benedizione Celeste. Molti figli non hanno capito quale è la via da seguire e d'amare: la via della Croce! La Croce, figli Miei, è l'Albero che vi ha dato Vita, Vita Eterna. SeguiteMi e pregate! SeguiteMi, perché il Mio compito è quello di portarvi a Gesù” (5 Luglio 2010).

Vi invito a donare voi stessi a Gesù, Lui che vi diede Vita abbracciando la Croce, alla quale molti guardano con sdegno“ (26 Luglio 2010).

Croce Albero di Vita. Croce Segno di Vittoria. Croce Segno di Vita. In questo tempo l'esercito del male, agisce nascostamente creando divisioni e fratture nel Mio Tempio.. Porrò il Mio Segno sulla fronte degli eletti e farò si che il loro cuore colmo di fede, sia sempre in Me Verità Eterna“ (Nostro Signore il 14 Settembre 2010).

PREGHIERA ALLA SANTA CROCE:

Ti benediciamo, Signore, Padre Santo, perché nella ricchezza del Tuo amore, dall'Albero che aveva portato all'uomo morte e rovina, hai fatto scaturire la medicina di salvezza e di vita. Il Signore Gesù, Sacerdote, Maestro e Re, venuta l'ora della Sua Pasqua, salì volontariamente su quel Legno e ne fece l'Altare del Sacrificio, la Cattedra di Verità, il Trono della Sua Gloria. Innalzato da terra trionfò sull'antico avversario e avvolto nella porpora del Suo Sangue con amore misericordioso attirò tutti a Sé; aperte le braccia sulla Croce offrì a Te, o Padre, il sacrificio della vita e infuse la Sua forza redentrice nei sacramenti della Nuova Alleanza; morendo rivelò ai discepoli il senso misterioso di quella Sua parola: il chicco di grano che muore nei solchi della terra produce una messe abbondante. Ora Ti preghiamo, Dio  Onnipotente, fa' che i Tuoi figli adorando la Croce del Redentore, attingano i frutti della salvezza che egli ha meritato con la Sua Passione; su questo Legno Glorioso inchiodino i propri peccati, infrangano la loro superbia, guariscano l'infermità della condizione umana; traggano conforto nella prova, sicurezza nel pericolo, e forti della Sua protezione percorrano incolumi le strade del mondo, fino a quando Tu, o Padre, li accoglierai nella Tua Casa.                                                                     Per Cristo Nostro Signore. Amen”.

logo-189x52-1

Go to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.